Quando si vedranno i risultati?

Questa Ŕ una domanda che sentiamo costantemente, purtroppo non abbiamo una risposta esatta, non possiamo fare pronostici.
Questa è una domanda che sentiamo costantemente, purtroppo non abbiamo una risposta esatta, non possiamo fare pronostici.

È importante chiarire a tutti genitori, che il Protocollo Biologico (PB) è un processo lungo, che dipende anche dalla funzionalità epatica di ogni bambino.

Ogni persona ha una velocità diversa di produzione di metallotioneine, glutatione perossidasa, catalese, ecc, che condizionano la funzione epatica di disintossicazione.

 

Per questo motivo, l'evoluzione che si osserva nei bambini è così diversa. Qualcuno ha un miglioramento enorme nel giro di un anno, altri invece, nel giro di un anno e mezzo, altri ancora nel doppio del tempo.

 

La maggior parte dei bambini, mostra grandi sviluppi dal momento in cui inizia la dieta priva di Glutine e di Caseina. Questo ha portato tante famiglie ad iniziare il trattamento da sole. Tuttavia quando non si vedono più i miglioramenti, non si sa più come agire.

 

Generalmente, i primi benefici del PB si vedono dopo poche settimane o mesi dall'inizio. Dopo si arriva ad un punto fermo, di stabilizzazione, per qualche settimana.

 

A questo punto, bisogna fare dei cambiamenti nel trattamento secondo gli aspetti particolari di ogni bambino. Vedremo cambiamenti a volte impercettibili, mentre a volte più chiari.

 

È essenziale che in questa fase si abbia il supporto della stimolazione neuro-sensoriale adeguata per ogni caso. Soprattutto perché è in questo momento che il bambino ha la reazione migliore rispetto all'ambiente.

 

Diciamo ai genitori di non disperarsi, poiché i bambini avranno momenti di alti e bassi, ma i miglioramenti saranno costanti.

 

La scienza attualmente non offre un metodo obiettivo per anticipare la prognosi prima di iniziare il trattamento, questo perché l’aspetto genetico non si presenta allo stesso livello in tutti i bambini.

 

Altri elementi da considerare sono l’età ed il sesso del bambino. Per esempio, i maschi con età inferiore ai 6 anni, fanno dei progressi più chiari che le femmine. Questo non vuole dire che le bambine ed i bambini con età maggiore di 6 anni non li abbiano a priori, perché invece hanno mostrato grandi miglioramenti e riescono anche ad uscire dall’autismo.

 

 




Per maggiori informazioni

Centro A.I.Nu.C

Dott. Marcos Mazzuka
Dott.ssa Rossella Mazzuka
Dott. Carmelo Rizzo

Via Tacito n.74
tel. 06 32609505 / 06 44202694
fax 06 44265772

www.autismoitalia.com