Disturbo Tossico

Un numero sempre pi¨ alto di bambini presenta un volume importante di metalli tossici dentro le loro cellule. Il mercurio Ŕ quello risultato con maggior frequenza.

All'inizio si è postulato che fattori esterni stimolino la comparsa o il peggioramento della Sindrome Autistica.
Con il tempo, si è provato che quest’ intuizione era giusta.

Un numero sempre più alto di bambini presenta una quantità importante di metalli tossici dentro le loro cellule. Il mercurio è quello risultato con maggior frequenza.


La scoperta delle proteine chiamate Metalloproteine, ha portato a pensare che queste potessero essere la causa del fallimento dell'eliminazione dei metalli tossici.

Le Metalloproteine sono proteine che hanno la funzione di portare i metalli pesanti fino al fegato, dove, tramite un processo complesso chiamato metilazione (in cui lo zolfo gioca una parte principale) riesce a disfarsi della maggior parte dei metalli tossici; questo è conosciuto come metil-sulfonazione epatica.

Sembra che nei bambini autistici ci sia un deficit quantitativo e qualitativo, e per questo, non riescono a produrre una quantità sufficiente di proteina oppure producono comunque la proteina, ma di una bassa qualità tale da non riuscire a svolgere il proprio ruolo.


Dagli studi realizzati in diversi paesi, si evidenzia che nella maggior parte dei casi, esiste un deficit di questa proteina, nella stragrande maggioranza dei bambini autistici.

Resta in evidenza che l'eliminazione dei metalli pesanti, tramite una terapia drenante e disintossicante (Chelazione), porta un miglioramento, molte volte notevole nell'evoluzione dei casi. Da questo si può intravedere il rapporto diretto tra l'intossicazione dei metalli pesanti (HG) con l’ Autismo ADHD-ADD.



La scoperta delle proteine chiamate Metalloproteine, ha portato a pensare che queste potessero essere la causa del fallimento dell'eliminazione dei metalli tossici.

Le Metalloproteine sono proteine che hanno la funzione di portare i metalli pesanti fino al fegato, dove, tramite un processo complesso chiamato metilazione (in cui lo zolfo gioca una parte principale) riesce a disfarsi della maggior parte dei metalli tossici; questo è conosciuto come metile-solfatazione epatica.

Sembra che nei bambini ci sia un deficit quantitativo e qualitativo, e per questo, non riescono a produrre una quantità sufficiente di proteina oppure producono comunque la proteina, ma di una bassa qualità tale da non riuscire a fare il suo lavoro.


Dagli studi realizzati in diversi paesi, inclusa la Spagna, si conclude che nella maggior parte dei casi, esiste un deficit di questa proteina, anche se non in tutti casi.

Resta in evidenza che l'eliminazione dei metalli pesanti, tramite la terapia della Chelazione, porta un miglioramento, molte volte notevole nell'evoluzione dei casi. Da questo si può intravedere il rapporto diretto tra l'intossicazione dei metalli pesanti (HG) con l’ Autismo-TDH.





Per maggiori informazioni

Centro A.I.Nu.C

Dott. Marcos Mazzuka
Dott.ssa Rossella Mazzuka
Dott. Carmelo Rizzo

Via Tacito n.74
tel. 06 32609505 / 06 44202694
fax 06 44265772

www.autismoitalia.com